FANDOM


The March of the Black Queen
Artista Queen
Autore/i
Genere Hard rock
Opera rock
Rock progressivo
Stile
Edito da
Tempo (bpm)
Riferimento (Real Book)
Esecuzioni notevoli
Pubblicazione
Incisione '
Data 1973
Data seconda pubblicazione
Etichetta EMI (1975)
Elektra Records (1975)
Parlophone (1991)
Hollywood Records (1992)
Durata 6 min : 33 s
Note
Campione audio
[[File:|230px|center]]
Tracce
Precedente Successiva

The March of the Black Queen è la nona traccia di Queen II, il secondo album ufficiale dei Queen, pubblicato nel 1974.

Il brano, che era già stato pubblicato come singolo nel 1973, a causa della sua complessità, non è mai stato eseguito nella sua interezza dal vivo.

La criticaModifica

È considerata da molti critici un vero e proprio preludio a Bohemian Rhapsody, si notano infatti parecchie analogie tra i due brani: il testo interamente scritto e interpretato (ad eccezione dell'impianto corale supportato da Brian May e Roger Taylor) dal "lead vocal" Freddie Mercury, la durata considerevole (6 minuti e 33 secondi) la struttura estremamente complessa, priva di ritornello, con virtuosi arpeggi al pianoforte e riff di chitarra elettrica estremamente elaborati (ottenuti grazie alle capacità sonore della Red Special) bruschi cambi di ritmo e sonorità ed effetti progressive (come grida selvagge, suoni di campane e di nacchere; un sistema simile verrà utilizzato in modo ancora più massiccio in Ogre Battle, sesta traccia dello stesso album).

Il testoModifica

Nel testo del brano, la regina nera viene descritta come portatrice di paura e assolutamente non conforme ai soliti canoni regali. Allo stesso tempo, il testo tratta di molteplici temi, anche a causa della diversa metrica usata nella canzone.

La musicaModifica

The March of the Black Queen è un brano molto complicato di lunga durata, durante i quali si alternano diversi temi musicali in un crescendo, diminuendo o improvvisi cambi di sonoro passando dalla ballata al rock. Un fatto importante da ricordare è che la canzone è polimetrica, in quanto possiede contemporaneamente i tempi 8/8 e 12/8.

Riassumendo i cambi di ritmo, questi potrebbero essere classificati come:

  • intro(chitarra e pianoforte)
  • attacco (coro e voce) - "Do you mean it? Do you mean it?..." ecc.
  • post-intro (coro e chitarra)
  • ballata in un crescendo di velocità e "potenza" con un sempre più frequente utilizzo di cori e riff di chitarra - "You've never seen nothing like it no never in your life..." ecc.
  • assolo strumentale culminante in coro
  • ballata lenta - "A voice from behind me reminds me..." ecc.
  • coro
  • sezione hard rock che va pian piano svanendo - "I reign with my left hand..." ecc.
  • ripresa con finale e appoggio a Funny How Love Is

Collegamenti esterniModifica


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.